Digita per cercare

Italia

«Questa è dittatura, perché li bruciate?» Rivolta a Torino e Pinerolo – Video

Condividi
questa è dittatura

Una signora di Pinerolo scende in strada e protesta: “Questa è dittatura!”. Ma non è la sola, anche a Torino alcuni dimostranti hanno voluto esprimere il loro dissenso nei confronti del Governo.

Le gente inizia a essere stanca, scende in strada e protesta. In un video, pubblicato su YouTube da la voce pinerolse, una signora visibilmente arrabbiata discute animatamente con un gruppo della polizia Municipale di Pinerolo.

“Mi proibiscono di uscire di casa a fare una passeggiata e sedermi su una panchina? Ma dove ca**o siamo arrivati? Questa è una dittatura! Non accetto una dittatura da nessuno, io esco e mi metto sulle panchine, parlo con chi voglio e nessuno deve dirmi «resta a casa che c’è il coronavirus»… andate a quel paese tutti quanti”.

Mentre gira le spalle e fa per andarsene, getta la mascherina a terra: “Avete rotto con queste mascherine”. Il linguaggio non è certamente dei migliori ma, dopo oltre 30 giorni di reclusione e con i problemi economici che stiamo affrontando, lo sfogo è comprensibile.

“Questa è dittatura”, poi se la prende con i leoni da tastiera

“Questa gente qua – indicando alcuni commercianti – si fa un cu*o così dalla mattina alla sera e ,se non lavorano, comunque devono pagare le tasse”.

Ne ha pure per i cittadini che non scendono a protestare: “Tutti bravi a parlare, a fare i leoni da tastiera e poi restano tutti a casa”.

Quindi fa riferimento ai dati che vengono divulgati sui decessi: “Fate passare anche quelli che muoiono d’infarto e tumori per coronavirus… e li bruciate. Per quale motivo li bruciate?”

Il video termina mentre commenta la situazione di Pinerolo, dicendo che sta andando tutto male e che i negozi chiudono: “Ci state mettendo in ginocchio come la Grecia”.

Potrebbe sembrare un caso isolato ma non è così. A Torino decine di persone sono scese in strada a manifestare con tanto di megafono: un vero e proprio “assembramento”. E hanno invitato gli abitanti del quartiere a scendere in strada.