Digita per cercare

Politica

Rampelli: Mattarella ci penserà 2000 volte prima di dare governo a Pd e 5s

Condividi

Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d’Italia e attuale Vicepresidente della Camera dei deputati, confida nella saggezza del capo dello Stato ma sottolinea: “La sovranità appartiene al popolo”.

Il deputato di Fratelli d’Italia e Vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli, in un post su Facebook, pone fiducia nel Presidente Mattarella e parla di “maggioranza schiacciante” rappresentata dal centro destra.

Rampelli ricorda che “la coalizione del centrodestra pur essendo risultata vincitrice, per un soffio non ha avuto l’autosufficienza in Parlamento a causa della legge elettorale di Renzi con cui era stato eliminato il premio di maggioranza”.

“Dopo quelle elezioni – continua Rampelli – ci sono stati altri appuntamenti elettorali dai quali il centrodestra è risultato largamente maggioritario”.

Per il deputato di Fratelli d’iatlia, il Presidente Mattarella ci penserà duemila volte prima di affidare un governo “pastrocchio” a Pd e Cinque Stelle.

“Oggi se andassimo al voto avremmo una maggioranza schiacciante per poter saldamente governare, perfino senza il premio di maggioranza”.

Fabio Rampelli riconosce di far parte di una democrazia parlamentare ma, dice, “è altrettanto vero che la sovranità appartiene al popolo. E il popolo ha dato un’indicazione chiarissima”:

Poi rammenta di quando Berlusconi venne fortemente osteggiato dalla Merkel e da Sarkozy durante la sua Presidenza del Consiglio.

Rampelli: “Nessuno vuole essere sottomesso dall’Ue”

“E così Renzi – continua – aveva un atteggiamento dialettico talvolta persino conflittuale nei confronti dell’Europa e delle burocrazie di Bruxelles”.

Poi conclude: “Questo dimostra che c’è un problema tra Italia ed Europa. Nessuno vuole uscire dall’Ue, ma nessuno vuole esserne sottomesso”.

Dopo il giro di consultazioni terminato ieri sono tanti gli scenari politici possibili, frutto soprattutto di cambi di vedute che poco piacciono agli elettori.

Di un fatto però bisogna prendere atto e riguarda proprio il partito del Vicepresidente Rampelli: Fratelli d’Italia sembra essere rimasto coerente sin dall’inizio, non avendo dato fiducia al governo giallo-verde e oggi, come allora, chiede che si vada subito al voto.