sfero banner
HomeSaluteReazioni avverse: le vittime ancora si fidano e invocano la "scienza". Video

Reazioni avverse: le vittime ancora si fidano e invocano la “scienza”. Video

Perché nel nostro Paese le persone che hanno subito reazioni avverse da vaccino sono abbandonate a loro stesse? Fuori dal coro è tornato a dare voce a chi è stato male dopo la vaccinazione anti covid.

“Il 10 giugno ho fatto la prima dose – ha detto una signora – dopo due giorni ho cominciato a stare male”.

Ha spiegato che il suo problema più grosso è la deglutizione. “Non riesco più a mangiare cose solide, la sera soprattutto. Dopo cena mi prende una cosa stranissima alla gola per cui non riesco più a gestire la respirazione”.

Poi ha posto alcune domande: “Adesso che è successo tutto questo la scienza dov’è? Lo Stato dov’è? Aiutando noi, aiutano anche la scienza. Evitano che si possano ricreare di nuovo situazioni del genere. Io mi sono fidata della scienza”.

Reazioni avverse, figlia di un medico: “È una non vita”

Tra la persone intervistate anche la figlia di un medico: “La medicina è sempre stata qualcosa che ho avuto dentro. Chiedo aiuto alla scienza, a quella scienza che mi ha spinta a vaccinarmi. Quella scienza mi deve aiutare a curare”.

Anche lei ha voluto raccontare la sua drammatica esperienza. “Vivo 24 ore su 24 con un orecchio che brucia, le gambe che non riesco a muovere… è una non vita. Io sono una persona che chiede aiuto, una diagnosi, delle cure”. 

Secondo i dati AIFA i casi di reazioni avverse sarebbero una minima parte. Studiarli potrebbe aiutare a migliorare i vaccini?

Per il medico Alvise Cavallini, specialista in chirurgia generale: “È necessario considerare che esistono questi effetti avversi”. Cavallini ha spiegato che per risolvere il problema anzitutto devi vederlo.

E ha aggiunto: “L’ideale sarebbe che si instaurasse a livello nazionale un’organizzazione per prendere in carico i pazienti che hanno subito eventi avversi da vaccino, che nel mio caso sono quelli vascolari ma esistono anche cardiologici, neurologici…” Foto: Mediaset Play