sfero banner
HomeMondoRepubblica Dominicana: morti misteriose, turisti in fuga, richiesto aiuto FBI

Repubblica Dominicana: morti misteriose, turisti in fuga, richiesto aiuto FBI

Quando parliamo della Repubblica Dominicana pensiamo subito a luoghi di quiete e bellezza paradisiache. Eppure ultimamente sta accadendo qualcosa di inquietante che mette i turisti in fuga.

Una serie di morti misteriose tra i viaggiatori che alloggiano negli hotel dell’isola caraibica stanno facendo discutere e preoccupare anche le autorità nazionali e internazionali.

La misteriosa moria di vacanzieri miete vittime soprattutto tra i cittadini americani, forse perché sono quelli che maggiormente scelgono l’isola per trascorrere la loro villeggiatura.

Secondo le statistiche presentate dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, tra il 2012 e il dicembre del 2018, sono deceduti ben 128 turisti statunitensi.

Gli ultimi turisti morti nella Repubblica Dominicana

Aiuta l'informazione libera di Oltre Tv

L’ultima turista che si aggiunge alla macabra lista delle strane morti della Repubblica Dominicana è L.Cox, 53 anni, trovata cadavere il 10 giugno scorso nella sua camera d’albergo in un resort di Punta-Cana.

Il 30 maggio il personale di un altro resort ritrova i corpi senza vita di una coppia. Le autorità locali attribuiscono le cause a emorragie interne per entrambi.

Sempre a maggio e nella stessa località una donna quarantunenne, dopo aver bevuto un drink nel minibar, inizia a sentirsi male per poi accasciarsi esanime.

Con queste ultime sconcertanti morti si è diffuso un allarme generale tra civili, autorità e media tanto che il governo dominicano ha dovuto ricorrere ai ripari.

Il portavoce del governo Roberto Rodríguez Marchena e altri funzionari hanno iniziato a rilasciare comunicati con l’hashtag #BeFairWithDR, per contrastare l’ormai inevitabile pubblicità negativa all’isola.

Non solo: il ministro della sanità, Carlos Suero, tramite un team di ispettori sanitari esperti in salute ambientale ed epidemiologia, ha predisposto che si faccia un controllo a tappeto degli hotel.

In una dichiarazione l’ambasciata USA a Santo Domingo ha riferito martedì che sta “lavorando attivamente” con le autorità della Repubblica Dominicana, che hanno richiesto l’intervento dell’FBI.

I provvedimenti non sembrano però rassicurare i viaggiatori. Tra i turisti in fuga anche Marcos Rojo, difensore argentino del Manchester, che appresa la notizia dell’ultima morte, ha interrotto la sua vacanza famigliare.