sfero banner
HomeItaliaIn rianimazione dopo il vaccino, la madre: «Vogliamo fare uscire la verità»

In rianimazione dopo il vaccino, la madre: «Vogliamo fare uscire la verità»

Un ragazzo di 16 anni di Catanzaro è in rianimazione dopo aver fatto il vaccino. “Mio figlio non ha avuto il covid, né altri problemi di salute, stava benissimo fino a quando si è sottoposto alla prima dose di vaccino. Ora la verità deve venire fuori“. È il racconto di una madre al giornale la Nuova Calabria.

La storia risale ad un paio di settimane fa, quando uno studente di 16 anni è stato ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Pugliese di Catanzaro dopo essersi sottoposto alla prima dose del vaccino anti Covid.

All’inizio sembrava che tutto fosse andato per il verso giusto, tant’è che la mattina successiva il ragazzo è andato regolarmente a scuola.

Ma nel pomeriggio il giovane ha accusato improvvisamente problemi respiratori, accompagnati da febbre altissima.

In rianimazione dopo il vaccino, il racconto della madre

A quel punto i medici ci hanno consigliato di utilizzare solo la tachipirina, in quanto si trattava di una normale reazione al vaccino. Invece, la febbre è rimasta sempre alta, fino a quando, spaventati dalle condizionati peggiorate di nostro figlio, abbiamo velocemente raggiunto l’ospedale Pugliese. Nel presidio ospedaliero è stato subito sottoposto a ossigeno terapia“. Ha raccontato la Madre.

Secondo i genitori il figlio non ha mai avuto problemi di salute. Inoltre non sono emerse patologie dopo l’attuale ricovero. I medici hanno escluso la prima ipotesi, secondo cui il ragazzo potrebbe essere stato positivo al covid asintomatico.

Nel reparto sono bravissimi, stanno portando avanti tutti gli accertamenti e questo ci rassicura sul fatto che nostro figlio sia in buone mani. Ma adesso noi vogliamo fare uscire la verità, perché i fatti vanno raccontati per come si sono verificati”. Ha concluso la madre dello sfortunato ragazzo. – Foto di repertorio