Digita per cercare

Italia

«Ricciardi non lavora per l’Oms»: per il governo italiano era il super esperto

Condividi
walter ricciardi

L’ex presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e attuale consulente del Governo, Walter Ricciardi, ha condiviso un video di Michael Moore in cui una sagoma di Donald Trump viene presa a botte dai passanti.

Commenta il video con la parola beloved che non lascia spazio all’immaginazione. Un fatto grave e che ha determinato una nota da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, in cui si precisa che Walter Ricciardi “non rappresenta l’Oms ma il governo italiano presso il comitato esecutivo dell’organizzazione”.

walter ricciardi

Sempre nella nota, riportata anche dall’Ansa, si legge che le opinioni di Ricciardi “non rappresentano necessariamente il punto di vista e-o le politiche dell’Oms e non dovrebbero essere attribuite né all’Oms né ai suoi organi”.

Quindi l’invito alla stampa italiana a “evitare espressioni che suggeriscano che il professor Ricciardi lavori per l’Oms o che la rappresenti”.

Sgarbi su Walter Ricciardi: “Dovrebbe dimettersi”

Dopo l’accaduto arriva la richiesta di dimissioni da parte del leader della Lega Matteo Salvini. “Litiga coi colleghi medici e coi governatori, insulta pubblicamente il presidente americano, diceva che le mascherine non servivano a niente. Cosa aspetta il governo a liberarsi di questo signore?”

Molto critico anche Vittorio Sgarbi che scrive: “Siamo alle barzellette. Oggi l’Oms ci dice che Walter Ricciardi, quello che il Governo ci ha presentato come il super esperto dell’Oms, non è dell’Oms e non rappresenta l’Oms”.

E ancora: “In un paese normale uno come Ricciardi, che ha in questi mesi terrorizzato il Paese, dovrebbe subito dimettersi. E se ci fosse un Governo degno di tale nome, dovrebbe mandarlo a casa per avere millantato credito”.

Del consulente del Ministro della Salute per l’emergenza coronavirus ce n’eravamo occupati la settimana scorsa quando, intervistato dalla redazione di Fuori dal coro, alla domanda della giornalista sul presunto conflitto di interessi con alcune case farmaceutiche, chiudeva bruscamente il collegamento. Foto: YouTube