Digita per cercare

Italia

Rivolta ad Arzano: dopo il mini lockdown sta succedendo il putiferio – Video

Condividi
rivolta ad arzano mini lockdown

In queste ore è in atto una rivolta ad Arzano, un piccolo comune della Campania, contro il mini lockdown imposto ai cittadini. 

Ad Arzano, alle porte di Napoli, la commissione straordinaria che amministra il Comune ha deciso di imporre un lockdown parziale fino al 23 ottobre.

Sono state chiuse scuole, parchi e tutte le attività commerciali a eccezione dei negozi di generi di prima necessità.

A quanto pare la gente del posto non l’ha presa per niente bene e, già da qualche ora, centinaia di cittadini sono in strada per protestare.

La gente è evidentemente stanca. Stanca di misure fin troppo restrittive rispetto alla situazione sanitaria che stiamo realmente attraversando.

In un video girato da un commerciante della zona, si vedono tantissimi cittadini che bloccano le strade. Una situazione che potrebbe peggiorare nelle prossime ore generando una rivolta sociale.

Non a caso il prefetto di Napoli, Marco Valentini, ha disposto un impiego straordinario delle forze dell’ordine per assicurare il rispetto delle prescrizioni contenute nell’ordinanza.

“Ieri sera alle sette abbiamo avuto la comunicazione che noi pizzerie, barbieri, parrucchieri, paninoteche e bar dovevamo stare chiusi – ha detto una cittadina intervistata da Alanews – si svegliano la sera e decidono per la mattina”.

Rivolta ad Arzano: “È un lockdown da buffoni, da barzellette”

È una situazione surreale quella che stanno vivendo commercianti e piccoli artigiani del comune di Arzano. Alcuni hanno fatto notare che le restrizioni sono paradossali.

Non soltanto infatti restano aperti supermercati, tabaccai e farmacie, ma gli abitanti possono uscire dal proprio Comune e quelli dei Comuni limitrofi possono entrare ad Arzano.

“Che senso ha? Se dobbiamo farlo allora chiudiamo tutto 15 giorni” dicono in maniera provocatoria. “Se c’è il virus, è ovunque, mica soltanto da alcuni commercianti. È un lockdown da buffoni, da barzellette”.

I cittadini sono consapevoli che un mini lockdown finirebbe per colpire l’intera economia già martoriata da quello precedente. Foto: YouTube