Digita per cercare

Italia

Amatrice, scossa di terremoto riaccende la paura: avvertito fino a Teramo

Condividi
Amatrice

Oggi, 10 Giugno 2019, sono avvenute due scosse di terremoto che stanno facendo tornare la paura nelle popolazioni di Amatrice e L’Aquila.

Una prima scossa di terremoto, di entità modesta, è stata registrata ad Amatrice. La scossa, di magnitudo 3.0 della scala Richter, si è verificata oggi alle ore 15.17.

Secondo le rilevazioni dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’epicentro si trova a 3km da Amatrice, in provincia di Rieti.

Potrebbe interessarti anche: “Il paese con una sola abitante: ecco cosa fa Paolina dalla mattina alla sera”

La scossa è avvenuta a circa 12 km di profondità, con coordinate geografiche (lat, lon) 42.613.28.

Il tremore è stato avvertito anche in Abruzzo, soprattutto nelle province di Teramo e L’Aquila.

Un secondo terremoto, più lieve, si è registrato nell’Aquilano. La scossa, di magnitudo 2.2, ha avuto epicentro a 5 chilometri da Campotosto, in provincia de L’Aquila.

La scossa è avvenuta a circa 14 km di profondità, con coordinate geografiche (lat, lon) 42.58, 13.31. A Campotosto c’è anche un grande lago artificiale che in passato ha attirato l’attenzione di tanti abruzzesi, preoccupati dalla diga che è stata costruita in una delle zone più sismiche d’Italia.

Amatrice e L’Aquila: torna la paura tra la popolazione

I terremoti, seppur di lieve entità, sono stati chiaramente avvertiti dalla popolazione del luogo, fino a un raggio di 30 km di distanza dall’epicentro.

Diverse le segnalazioni raccolte telefonicamente dai vigili del fuoco. Tante persone hanno riferito di aver avvertito una scossa durata qualche secondo.

Al momento non ci sono segnalazioni di danni a cose o persone. Tuttavia sui social è scattato già il panico.

Molti utenti infatti hanno commentato le scosse di terremoto, temendo di dover rivivere quanto accaduto un paio di anni fa.

Ogni scossa di terremoto che si registra in queste due regioni fa rivivere la paura di ciò che successe a L’Aquila nel 2009 e ad Amatrice nel 2016.