Digita per cercare

Italia

Senatore Pillon: «Come nascono le fake news su contagi e focolai» – Video

Condividi
simone pillon

La scorsa domenica il senatore della Lega Simone Pillon ha pubblicato una video-denuncia in cui accusava i quotidiani italiani di generare notizie false sul coronavirus.

Il senatore si trovava al centro vacanze Isuledda, a Cannigione di Arzachena, nella splendida Costa Smeralda in Sardegna, dove i media indicavano un focolaio di Covid.

«Adesso vi racconto come nasce una fake news sulla questione coronavirus».

A quanto pare il 25 agosto Il Messaggero aveva riportato la notizia che proprio in quel centro vacanze c’erano 63 casi di Covid tra il personale.

Simone Pillon contro l’allarmismo dei media

Oggi l’articolo citato con la notizia dei 63 contagiati è introvabile, forse eliminato o modificato dopo la pubblicazione del video del senatore, ma la notizia che girava è ancora leggibile su Il sole 24 ore.

Pillon si è subito mosso per avere conferma perché il giorno successivo sarebbe dovuto partire per Roma per impegni istituzionali. Ha quindi chiamato il Prefetto per avere informazioni in merito ma la risposta è stata disarmante.

«Il capo dell’unità di crisi mi ha risposto disperato che aveva già smentito più volte questa notizia senza fondamento. Avevano fatto i tamponi al personale ma erano in attesa dei risultati».

Da questa notizia incompleta sono venuti fuori articoli di focolai in Sardegna ma il risultato dei test è arrivato solo il 29 agosto: zero tamponi positivi.

Simone Pillon ha evidenziato come questa notizia abbia scatenato una catena di conseguenze. Oltre alla cattiva pubblicità per il turismo in Sardegna e in Italia, molti ospiti hanno lasciato il villaggio.

«Tutto questo basato sul nulla. Questa è la modalità impiegata per raccontare le balle sulla questione Covid», ha terminato il senatore.

Cosa pensa il senatore dell’imminente futuro

Abbiamo raggiunto il senatore per chiedergli le sue impressioni su questa emergenza che terminerà il 15 ottobre se non verrà ulteriormente prorogata.

L’episodio che si è verificato nel centro vacanze Isuledda probabilmente non è un caso isolato. La stampa si accanisce per mantenere costante il clima di terrore. Ci sono gli estremi per una denuncia per procurato allarme? Oppure dobbiamo continuare a sopportare passivamente quelli che potrebbero essere dei reati?

Sul virus credo dovremmo tutti recuperare una posizione più serena e pragmatica, evitando le banalizzazioni iniziali alla Zingaretti ma anche le ossessioni alla Conte.

È stata una situazione sanitaria seria, dobbiamo mantenere alta la guardia ma nello stesso tempo è indispensabile riprendere la vita di tutti i giorni.

Le menzogne o anche le semplici esagerazioni contribuiscono a mantenere il paese nella morsa della paura e non fanno bene a nessuno. Cautela sì, dittatura sanitaria no.

Oltre alle fake news sui contagi, è di pochi giorni fa la notizia dei tamponi potenziati, cioè amplificati per cercare un virus che altrimenti non sarebbe possibile rilevare. Nei dati ufficiali dei bollettini giornalieri sono inseriti casi che con i normali tamponi non risulterebbero. Qual è il fine senatore Pillon? Un nuovo lockdown in autunno?

Comincio a temere che ci sia qualcuno che vuol campare sull’emergenza Covid. Non credo che gli italiani accetterebbero un nuovo lockdown ma è indubbio l’atteggiamento perennemente allarmistico dei media e di una parte della politica.

Cosa vogliono ottenere? Penso vogliano tenere alta la tensione per poter perpetuare una posizione di potere altrimenti inaccettabile.

Il Covid è una brutta bestia, e credo dovremmo chieder conto al paese da cui tutto è nato, manteniamo le necessarie cautele ma basta strumentalizzazioni.

Pillon su Conte e le decisioni in stato d’emergenza

Cosa succederà dopo le elezioni? È vero che il governo giallo rosso è in crisi e che Conte starebbe pensando a un suo partito?

È possibile che Conte, contrariamente a quanto aveva detto, abbia preso gusto al potere e non intenda mollarlo. La maggioranza è ogni giorno più in crisi e l’idea di mettere su un partito cattocomunista legato alle lobby finanziarie solletica Conte.

Vedremo quanti voti andrà a drenare. Certamente una scelta del genere decreterà la fine politica di Renzi ma non potrà comunque impedire agli italiani di scegliere finalmente un governo a guida Salvini.

Buona domenica a tutti! In due minuti vi racconto come ho visto nascere in prima persona e sulla mia pelle una fake news sul COVID. Se me lo avessero raccontato non ci avrei creduto. Eppure è tutto vero.Voglio sperare che i giornali coinvolti siano in buona fede, ma certo il nostro media system sulla questione pandemia dovrebbe smettere ogni inutile allarmismo e recuperare un minimo di sobrietà e attendibilità. Ne va del nostro futuro.

Posted by Simone Pillon on Sunday, August 30, 2020