Digita per cercare

Politica

Sgarbi alla Camera: «Dittatura dei falsi scienziati, regime ridicolo» – Video

Condividi
Sgarbi alla Camera

Vittorio Sgarbi nella seduta di ieri sera alla Camera ha dato ancora spettacolo prima della votazione di fiducia al decreto Cura Italia.

Ieri sera alle 19:00 è iniziata una seduta alla Camera terminata con la votazione di fiducia al governo posta sul decreto legge Cura Italia.

La fiducia è stata confermata con 298 voti favorevoli, 142 contrari e 2 astenuti. È in programma per domani il voto finale.

Durante le dichiarazioni di voto non sono mancate le polemiche, soprattutto da parte dell’opposizione. Ma l’intervento più duro alla Camera è stato quello di Vittorio Sgarbi.

La dichiarazione di Sgarbi alla Camera prima del voto

Con la votazione di questa mattina alla Camera, se il decreto Cura Italia ottenesse il via libera, sarà trasformato in legge.

Il decreto di marzo aveva stanziato 25 miliardi di euro per potenziare il Sistema sanitario, sostenere i lavoratori, sospendere gli obblighi fiscali e contrastare l’emergenza del coronavirus con altre forme di supporto.

Molti italiani hanno dato voce negli scorsi giorni al malcontento per le misure prese in quel decreto: soldi non arrivati e prestiti non ottenuti.

Tra tutti i commenti nella seduta alla Camera, quello di Vittorio Sgarbi è stato il più breve e lapidario.

«C’è una bara davanti a noi qui nel vuoto dell’emiciclo. È la bara della democrazia» inizia così il suo intervento il deputato del Gruppo Misto.

«Un decreto ridicolo, un voto di fiducia imposto contro le opposizioni. I carabinieri che minacciano i preti in chiesa, gli elicotteri che controllano chi corre sulla spiaggia vuota, proibiti i funerali. La dittatura dei falsi scienziati e del comitato tecnico scientifico pieno di contraddizioni», continua Sgarbi nell’aula della Camera.

«La confusione delle misure che solo oggi diventano obbligatorie anche qui [alla Camera, ndr], quando la Protezione Civile con Borrelli ha dichiarato “Io non uso le mascherine perché rispetto le distanze”».

Vittorio Sgarbi ha concluso il suo intervento alla Camera con queste parole: «Il 25 aprile dovrà essere la festa della Liberazione dal ridicolo regime che ci governa».

La bara della democrazia e la dittatura dei falsi scienziati (Il mio intervento di oggi alla Camera dei Deputati)

La bara della democrazia e la dittatura dei falsi scienziati(Il mio intervento di oggi alla Camera dei Deputati)

Posted by Vittorio Sgarbi on Thursday, April 23, 2020