Digita per cercare

Istruzione

Sgarbi sul vaccino: «Nessuno lo imponga senza che un genitore lo voglia»

Condividi
sgarbi sul vaccino

Nel suo ultimo video Sgarbi ha pubblicizzato la manifestazione organizzata per il 5 settembre a Roma e ha ribadito il suo pensiero sul vaccino.

Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria è un gruppo nato spontaneamente su Facebook il 6 giugno 2020 dopo l’approvazione del Decreto Scuola voluto dal ministro Azzolina.

Le mamme fondatrici hanno sentito il bisogno di unirsi e agire contro una legge che disapprovano. Rapidamente hanno aderito associazioni e comitati regionali che condividono le stesse preoccupazioni.

In poco tempo il gruppo ha superato i 26.000 membri e ha organizzato un raduno a Roma per il 5 settembre che si protrarrà a oltranza.

Sgarbi sul raduno e sul vaccino

Anche Vittorio Sgarbi in un filmato ha promosso il raduno capitanato dal Popolo delle mamme, a cui anche l’onorevole parteciperà.

«I figli sono delle madri, io lo penso da sempre», ha aperto così il suo video. Il critico ha poi continuato elogiando, in toni ammirevoli, il ruolo delle madri.

«Il 5 settembre, mamme di tutto il mondo unitevi, andate a Roma, libere. Roma, che è una grande madre, sarà il luogo dove tutte le madri ricaleranno il loro potere e la loro volontà sul destino dei loro figli».

Parlando del destino dei figli, Sgarbi si è lasciato andare a un commento sul vaccino e ha bacchettato l’ex ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Tra gli obiettivi del movimento spontaneo non c’è solo l’abrogazione delle norme dettate dal ministro Azzolina ma anche l’abolizione dell’obbligo vaccinale voluto dalla Lorenzin.

«Che nessuno provi, come ha detto l’incredibile Lorenzin, a strappare i figli alle madri. Che nessuno voglia imporre a chiunque di prendere quel vaccino, piuttosto che l’altro, senza che un genitore lo voglia, lo capisca e lo interpreti per conto di un figlio che non ha gli strumenti per capire fino in fondo il rischio che corre».

Sgarbi ha poi commentato le disposizioni imposte ai bambini per la scuola. «Che a scuola i figli possano stare insieme senza paura, senza mascherine, senza invenzioni, senza finzioni. Madri di tutto il mondo difendete i vostri figli, andate a Roma».

Critiche al governo e ai ministri Azzolina e Lorenzin

«Le madri devono garantire la vita ai loro figli senza che uno Stato voglia tenerli in ostaggio e prendere il loro posto delle mamme», ha affermato Sgarbi. «L’idea di imporre qualcosa ai bambini è di uno Stato totalitario, di uno Stato nazista».

L’onorevole non ha risparmiato il ministro Azzolina, «una ragazza che dovrebbe tornare lei nei banchi di scuola per studiare quello che non ha studiato».

Infine Sgarbi si è scagliato contro la Lorezin e la sua recente presa di posizione contro una madre alla quale hanno tolto la patria potestà.

«Non tollerate che un ministro che non è stato in grado di fare nulla di buono, non laureata (come si chiede anche a un infermiere), una diplomata come la Lorenzin, stia dalla parte dei magistrati che vogliono strappare i figli alle madri». Foto: Facebook

I figli sono delle madri. Mamme di tutto il mondo unitevi! Il 5 settembre a Roma!

Posted by Vittorio Sgarbi on Monday, August 24, 2020