Digita per cercare

Italia

Sicurezza a Varese, giovani donne lanciano l’allarme: ecco cosa subiscono

Condividi
sicurezza a varese

La sicurezza a Varese diventa un argomento di primissimo piano dopo le due lettere aperte ricevute dal quotidiano locale Varese news.

La città incastonata tra i laghi, immersa nel verde della Lombardia, al confine con la Svizzera, secondo i suoi abitanti sta diventando sempre meno sicura.

In piazza Repubblica, fulcro delle attività commerciali della città dove sorge anche il centro commerciale Le Corti, la sicurezza sembra ormai diventata un’utopia.

Spaccio di stupefacenti, ubriachezza molesta e degrado colpiscono ormai da anni la piazza sempre molto frequentata da chi visita Varese e dagli abitanti.

Sicurezza a Varese, le lamentele delle vittime

Lo scorso 22 Agosto il sito Varese news pubblica una lettera aperta di una giovane studentessa di 23 anni nella quale denuncia le molestie subite.

Ieri sera il gruppo di ragazzi che gentilmente mi ha accolta in Piazza ha iniziato a gridare commenti sempre più spinti e la situazione si è in poco tempo trasformata in qualcosa di davvero irritante“.

La situazione è diventata poi al limite della sopportazione per la giovane donna che scrive: “un ragazzo del gruppo ha deciso di allontanarsi dai suoi amici per indirizzarsi verso la mia meta accompagnandomi da lontano per pochi metri, intonando simpatici commenti tipo “white Varese girl kiss my black a*s” ed altro materiale che, visto il livello culturale pericolosamente basso e l’ignoranza dilagante dell’intero contesto, non riporto e conto di dimenticare con una risata entro poche ore“.

La sicurezza a Varese diventa un caso dato che dopo questa lettera un’altra donna ha deciso di raccontare la sua disavventura in Piazza Repubblica.

La seconda lettera, pubblicata proprio oggi, è di un’altra ragazza molto giovane, una studentessa ventenne che vive a Torino.

Anche questa donna racconta le molestie subite da un uomo di colore in pieno pomeriggio nella totale assenza di pattuglie e forze dell’ordine.

Tempo di uscire dal posteggio per recarmi verso il centro e subito mi ritrovo alle spalle un ragazzo di colore, che insistentemente continua a parlarmi “scusa, ehi dai posso? Ehi dai“.

A Varese il tema della sicurezza e sopratutto dei problemi di Piazza Repubblica è da anni uno degli argomenti che tiene banco.

Già nel 2011 si tenevano conferenze stampa delle forze dell’ordine per commentare l’impegno che si voleva mettere per mantenere la piazza sicura ma dopo 8 anni pare non esser cambiato nulla.