banner
HomeMondoSoldati ucraini sparano sui civili ucraini: la verità inizia a venire fuori...

Soldati ucraini sparano sui civili ucraini: la verità inizia a venire fuori – Video

Secondo la testimonianza di una donna ucraina che sta accompagnando il figlio in ambulanza, sono i soldati ucraini che sparano sui civili.

In un video pubblicato dal reporter di guerra Patrick Lancaster sul suo canale YouTube, si vede una madre che accompagna in ambulanza il figlio gravemente ferito da frammenti di granata.

Secondo la testimonianza della donna a colpirlo non sarebbero stati i russi ma gli stessi ucraini.

“Gli ucraini stanno bombardando le nostre case” ha detto la madre del ragazzo ferito. “Ci stanano nelle nostre case con armi incendiarie. Ci fanno uscire con il fumo”.

La donna continuava a guardare il figlio piangendo. Quando le è stato chiesto se era un militare lei ha risposto di no, che erano civili e che, quando gli hanno sparato, si trovavano nel loro seminterrato.

A questo punto Lancaster le ha chiesto come faceva a sapere che a sparare fossero stati soldati ucraini.

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News

“Si trovavano nella nostra zona – ha risposto – sono venuti con i loro mezzi corazzati, o qualunque cosa fossero, e ci hanno lanciato quelle cose incendiarie o come le chiamate voi…”

La madre ha spiegato che il figlio è stato colpito all’inguine e allo stomaco e che si trattava di una scheggia di granata.

“Ieri sono venuti a casa nostra” ha aggiunto. “Sono venuti e hanno cominciato a cacciarci da casa nostra! Erano ucraini e ci hanno detto che dovevamo lasciare la nostra casa. «Operazione di pulizia», così hanno detto”.

La donna ha spiegato che avevano risposto di no, che non avrebbero lasciato la casa dove vivevano e che sarebbero rimasti nel seminterrato.

“Hanno dato fuoco alla nostra casa! L’hanno bruciata con del combustibile. È rimasta solo la porta d’ingresso. Solo una porta…”

Il reporter ha chiesto perché gli ucraini sparavano. “Non lo so” ha risposto. “Probabilmente per farci andare via. Non lo so”. Foto: YouTube