Digita per cercare

Salute

Sport con la mascherina? Attenzione, aumenta la CO2 nel sangue

Condividi
sport con la mascherina

Molte persone torneranno presto a fare sport ma ci sono forti dubbi per l’utilizzo della mascherina durante l’attività fisica.

Per i tanti sportivi che hanno dovuto rinunciare a praticare attività fisica, il 4 maggio è una data molto attesa.

Il decreto prevede lo svolgimento di attività sportiva individuale mantenendo due metri di distanza. Nessun riferimento all’uso di mascherina o guanti durante lo sport.

Invece in Lombardia hanno già confermato l’uso obbligatorio di mascherine al di fuori dalle proprie abitazioni fino al 17 maggio, quindi anche per l’attività fisica. Altre regioni, come il Veneto, sembrerebbero voler confermare l’obbligo nei prossimo giorni.

Cosa comporta fare sport con la mascherina?

La restrizione che comporta l’uso di dispositivi protettivi potrebbe rivelarsi pericolosa, specialmente per chi pratica la corsa o altri sport che richiedono un notevole sforzo fisico.

In questi sport infatti è richiesta una corretta respirazione per attivare il metabolismo energetico e l’utilizzo della mascherina sarebbe un ostacolo.

La frequenza di respirazione più elevata creerebbe tra la mascherina e la bocca un ambiente ricco di anidride carbonica che inevitabilmente andremmo a inspirare.

Lo afferma la dottoressa Simona Pierini, Cardiologa responsabile dell’Unità coronarica dell’Azienda Ospedaliera ASST Nord Milano e Medico dello sport, a Runnersworld.

«L’aumento della CO2 nel sangue — spiega— stimola ulteriormente l’iperventilazione, potendo determinare giramenti di testa e, nei casi più gravi, sensazioni di svenimento».

I sintomi a cui si può andare incontro con l’uso della mascherina durante lo sport sono molteplici: stato confusionale, aumento della pressione, tachicardia, capogiri, fiato corto.

Ma non solo, infatti potrebbe accadere di avere perdita della coordinazione, problemi di vista, perdita dei sensi fino allo svenimento.

Inoltre un altro fattore meno pericoloso è quello della mancanza di confort dovuta alla formazione di sudore eccessivo nella zona tra la bocca e la mascherina.

I consigli dei medici? Per prima cosa fermarsi se si accusano questi sintomi. Altra osservazione fatta è di lasciare la possibilità a chi si allena in zone aperte di non portare la mascherina, rispettando il distanziamento sociale.