sfero banner
HomePoliticaStefano Fassina lancia un messaggio al Movimento 5 Stelle

Stefano Fassina lancia un messaggio al Movimento 5 Stelle

Il presidente dell’associazione “Patria e Costituzione”, Stefano Fassina, scrive un post su Facebook indirizzato ai pentastellati: “Il M5s non si pieghi”.

Dopo le ultime elezioni regionali, il M5s deve fare i conti con chi, tra gli alleati di governo, ritiene giusto rivedere alcune battaglie dei grillini in virtù degli ultimi risultati elettorali.

Tra gli argomenti messi in discussione ci sono: Quota 100, Reddito di Cittadinanza, revoche concessioni autostradali e riforma Bonafede. 

Sulla riforma Bonafede, ad esempio, la scelta di Italia Viva è molto chiara. “Su questo tema di civiltà non molliamo”, ha detto ieri Maria Elena Boschi durante la manifestazione dei penalisti italiani contro la riforma.

Anche se al momento tutto tace e il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, dice di voler continuare a governare in totale sintonia, è evidente che gli equilibri di governo siano cambiati.

I 5s in Emilia Romagna hanno preso il 5% del consenso e, in Calabria, non sono riusciti nemmeno a raggiungere lo sbarramento all’8%.

Una situazione drammatica quella che stanno vivendo i pentastellati, che, nel periodo di massimo consenso, avevano oltrepassato la soglia del 30%.

Ecco come ha commentato i risultati delle regionali il vice segretario dem, Andrea Orlando: “È giusto che oggi si usi questo risultato per modificare l’asse politico del governo su molte questioni”. 

Il messaggio ai pentastellati di Stefano Fassina.

Aiuta l'informazione libera di Oltre Tv

Ora il Partito Democratico – molto più di Italia Viva, che nei sondaggi non supera il quattro per cento – forte del risultato ottenuto, potrebbe voler cambiare le carte in tavola.

I pentastellati hanno fatto sapere di non voler fare alcuna marcia indietro. A sostenerli c’è anche un ex dem: Stefano Fassina, ora in Sinistra e Libertà.

“Su Reddito di Cittadinanza, Quota 100 e revoche concessioni autostradali, il M5S non si pieghi […]. Chi vuole combattere davvero l’assistenzialismo, invece di colpire come sempre i più deboli, sostenga la revoca delle concessioni autostradali, rendita miliardaria per gli interessi più forti”. – Foto: YouTube