Digita per cercare

Politica

Stop Europa: un milione di iscritti in un mese e ora puntano su Roma

Condividi
stop europa

“Tutti a Roma”, è il grido che parte dai social e in particolare da Stop Europa, un movimento nato a marzo e che adesso conta oltre un milione di iscritti al gruppo Facebook

Mentre continua l’ormai interminabile quarantena, c’è una parte di popolo che ha scelto di manifestare pacificamente il proprio dissenso verso il Governo.

Lo fanno attraverso la rete e alcuni, come quelli del movimento Stop Europa, hanno raggiunto numeri davvero importanti: la loro pagina Facebook conta oltre un milione di iscritti.

Abbiamo raggiunto e intervistato il fondatore del movimento, l’avv. Michele Farina, che ha organizzato una manifestazione per il 30 maggio a Roma.

Intervista a Michele Farina, fondatore di Stop Europa

Stop Europa o stop euro? Come e quando è nato questo movimento che su Facebook ha raggiunto un milione di iscritti?

“Il nome del gruppo Facebook è StopEuropa ed è nato il 13 marzo dopo le dichiarazioni di Christine Lagarde nel Bollettino della BCE. A una domanda dei giornalisti, rispondeva che la BCE, guidata da lei, non aveva il compito di occuparsi dello spread dei Paesi dell’UE. A seguito di quella dichiarazione lo spread italiano schizzava a oltre 300 punti base e la borsa Italiana crollava di oltre il 7%. Questa dichiarazione mi ha spinto, il giorno dopo, a creare il gruppo StopEuropa con i 3 obiettivi principali:

– Uscire dall’UE;
– Uscire dall’euro;
– Avere di nuovo una Sovranità Monetaria.

Nei giorni seguenti, anche con l’aiuto di giuristi ed economisti, abbiamo creato una scaletta di priorità e modificato il nome del nascente Movimento chiamandolo: Stop euro – ALT Europa”.

Avete già organizzato altri eventi? “Non ancora. La 1° Manifestazione ci sarà il 30 maggio a Roma e stiamo coinvolgendo tanti altri gruppi e movimenti per rompere il muro di gomma che i governanti hanno posto a tutti gli italiani grazie anche alla crisi del Covid-19”.

Per quale motivo manifestate? “Il motivo principale è la richiesta di attuare da subito una moneta parallela (lira) che possa circolare in Italia. Questo strumento, già attualmente presente in altri Paesi dell’UE come Danimarca, Polonia, Bulgaria e altri, avrebbe notevoli vantaggi. Anzitutto non sarebbe una moneta a “debito” che quindi aumenterebbe il debito pubblico Italiano ma una moneta “a credito” così come fanno altri Paesi che hanno una loro Banca Centrale che possono immettere tutta la liquidità che vogliono in base alle condizioni economiche del proprio Paese. Quello che ormai è conosciuto come Elicopter Money, ossia liquidità a pioggia”.

La manifestazione

Come si svolgerà la manifestazione? Ci sarà un problema di “distanziamento sociale”? “La manifestazione anzitutto sarà pacifica e organizzata come un sit-in in Piazza Montecitorio a Roma, cercando di rispettare tutti gli accorgimenti previsti nei Decreti”.

Potranno venire alla manifestazione anche persone non residenti nel Lazio? Come si può aderire al movimento? Come si può seguire il vostro gruppo?

“Al momento sappiamo che il divieto di spostamenti interregionali è fissato fino al 18 Maggio e quindi sicuramente non ci saranno più i divieti relativi agli spostamenti. Ci sono tanti canali dove noi forniamo tutte le informazioni riguardo a quello che stiamo facendo: sito, pagina, gruppo, canale Telegram, YouTube. Aderire al nostro Movimento è facilissimo, basta collegarsi al sito www.stopeuropa.org e iscriversi. Chi vuole, visto che siamo un movimento che non ha sponsor o altri finanziatori, può anche effettuare una libera donazione”.