Digita per cercare

Italia

L’attraversamento pedonale più assurdo d’Italia: ecco perché l’hanno fatto

Condividi
strada perisolosa

A Capannori, città in provincia di Lucca, il signor Luca Menesini, attuale primo cittadino, si è ritrovato ad affrontare una spigolosa situazione per una strada pericolosa.

I residenti di una via di una frazione del comune si sono rivolti al sindaco per trovare una soluzione.

Su quella strada infatti le auto transitano sempre a forte velocità e il passaggio è molto stretto.

I pericoli, dunque, sono sempre stati all’ordine del giorno e la sicurezza dei propri cittadini è una priorità per qualsiasi primo cittadino.

Soluzione del sindaco per la strada pericolosa

La decisione più ovvia è stata quella di far realizzare un dosso per il rallentamento, camuffandolo, però, come attraversamento pedonale.

Tuttavia in molti si sono chiesti: ma per andare dove? Da una parte, infatti, c’è un muro e dall’altra un campo. A che servono, quindi, quelle strisce pedonali?

Il sindaco ha spiegato tutto dicendo che questa è stata l’unica soluzione, perché la Legge italiana obbliga a fare così.

Era sufficiente inserire un dosso, ma la legge lo vieta. La normativa, infatti, prevede che i dossi si possano mettere solo con un attraversamento pedonale.

Certo, questo problema non sarebbe venuto fuori se chi guida rispettasse i limiti di velocità, ma in Italia il Codice della Strada viene sempre interpretato e mai rispettato.

Ti potrebbe interessare anche “Via subito la patente se usi lo smartphone perché è come guidare bendati”

Il sindaco di Capannori, sconsolato, chiude il suo intervento dicendo che per la sicurezza dei cittadini c’è sempre da escogitare soluzioni bizzarre e imbarazzanti.

Il suo lavoro è, comunque, da elogiare, visto che molti altri nemmeno avrebbero ascoltato le proteste dei propri cittadini.

Ma in tutto questo, il Parlamento quando ha intenzione di intervenire per proporre leggi diverse, ossia più concrete e meno fantasiose?

Seguimi

Lorenzo Simonini

Nato a Maggio del 1988, vive in Versilia. Dopo il diploma scientifico prosegue gli studi all’Università “La Sapienza” di Roma e all’Università di Pisa, ottenendo la Laurea in Scienze dello Spettacolo e Produzione Multimediale. Appassionato di Cinema e Fotografia, lavora come autore di testi, regista, fotografo e insegnante, oltre a collaborare come giornalista. Dal 2014 porta avanti con le proprie forze una ricerca sul Cinema amatoriale a Passo Ridotto. Collabora, inoltre, con la "K-Antares" ONLUS, un'associazione che si occupa di educare a livello musicale ragazzi affetti da Sindrome di Down, Spettro Autistico e disturbi generalizzati dello sviluppo.
E-mail: lorenzosimonini@rocketmail.com
Lorenzo Simonini
Seguimi