Digita per cercare

Costume e Tempo libero

Tiny House, le case del futuro: 250 € al mese per 7 anni e senza mutuo

Condividi
tiny house

Tiny House rappresenta una vera rivoluzione nel mercato immobiliare. Piccole, ma con interni spettacolari e un costo veramente accessibile. Di cosa si tratta?

Sono delle vere e proprie mini-case spesso scelte da molti per ragioni etiche, per una vita senza sprechi e oggetti inutili, favorendo il risparmio di suolo.

Sono anche molto economiche e quindi rappresentano un’opportunità sia per chi non ha un reddito che gli permetta un affitto o l’acquisto di una casa, sia per chi non vuole mutui e debiti.

Le Tiny Houses sono spesso trasportabili, autosufficienti a livello energetico e sono molto diffuse in America e nei paesi anglosassoni.

Detroit Tiny Home

Uno dei progetti più famosi che ha come protagoniste le mini-case è stato portato avanti a Detroit dal reverendo Faith Fowler nel 2017.

Detroit Tiny Home nasce con l’obiettivo di dare alle persone senza casa e con basso reddito una proprietà tutta loro.

Il terreno conta 25 piccole abitazioni di circa 30 mq che possono essere acquistate in meno di sette anni, senza mutuo, pagando 250 euro al mese.

Il reverendo spera di poter aiutare così persone meno abbienti, senzatetto, anziani soli, studenti universitari.

Molte comunità di piccole case stanno sorgendo, specialmente in America, ma cosa ne pensano gli esperti di questa nuova concezione di vita?

Architetti, designers e psicologi non vedono in queste case solo lati positivi e spiegano quali sono i  vantaggi ma anche i problemi che potrebbero sorgere. Vediamo prima i vantaggi:

Costi: come abbiamo già rimarcato sopra, sono un’ottima soluzione per chi non vuole aprire un mutuo o avere un debito, inoltre anche le spese di gestione sono inferiori.

Riduzione degli sprechi: avendo a disposizione un ambiente così piccolo anche gli acquisti vanno ponderati allo spazio a disposizione.

Impatto ambientale: se adeguatamente progettate, usando anche materiale di recupero, possono avere davvero un bassissimo impatto sull’ambiente.

Spazio occupato: le tiny houses possono essere sistemate in luoghi anche bellissimi dove solitamente non si potrebbe costruire. Possono inoltre essere fisse o trasportabili su ruote.

Svantaggi Tiny House

Scomodità: per quanto sostenibile ed etico possa essere non tutte le persone sono fatte per vivere in spazi così ristretti. Ogni movimento va calcolato e pensato al centimetro. Non può esserci distrazione.

Solo brevi periodi: gli esperti consigliano di utilizzare questa tipologia di casa per i week end o per delle vacanze. Molte persone proprietarie di una Tiny House hanno una seconda residenza.

Bambini: un bambino ha bisogno di spazio e non solo all’aria aperta, ma anche nella casa in cui vive. Spazi così ridotti potrebbero ripercuotersi sulla loro salute.

Spostamenti: anche se spesso sono presenti delle ruote e possono essere trasportate, l’operazione non è sempre così semplice.

Certamente l’opinione degli esperti è importante ma se le possibilità non permettono l’acquisto di una casa è un’ottima soluzione e lo dimostra il progetto del reverendo Faith Fowler.

Chissà se presto arriveranno anche in Italia. Potrebbero essere un’ottima soluzione per molte persone in difficoltà.