Digita per cercare

Tecnologie

Tracciare i movimenti delle persone: l’ideona di Renzi contro l’emergenza

Condividi
tracciare i movimenti

“Tracciare i movimenti delle persone” è la nuova proposta di Matteo Renzi che, in un video pubblicato su Facebook, consiglia di fare come nella Corea del Sud. 

Da una settimana stiamo rispettando le misure forti adottate dal governo e ci stiamo sacrificando dato che restare chiusi dentro le nostre case può evitare il contagio da coronavirus.

Ora però la proposta del leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ci sembra un tantino azzardata. L’ex segretario del Partito Democratico ha pensato che sarebbe giusto tracciare i movimenti delle persone come fanno in Corea del Sud.

Ecco un estratto di quello che ha detto in un video pubblicato su Facebook: “Perché non proviamo a copiare alcuni modelli che stanno funzionando e tanti esperti italiani stanno rilanciando nella cura del Coronavirus?”

Tracciare i movimenti delle persone, l’idea “geniale” di Matteo Renzi

Già, perché non lo facciamo? “Cosa stanno facendo alcuni Paesi come per esempio la Corea del Sud? Non soltanto curano e testano, ma tracciano”.

Avete capito? Secondo Matteo Renzi è arrivato il momento di tracciare i movimenti. “Utilizzo queste tre parole perché sono tre parole in inglese, sono le tre T: test, treat, track. Testare, curare, tracciare”.

Continua il video spiegando come funziona. “Con il telefonino tu oggi puoi seguire non soltanto le singole persone ma puoi utilizzare i loro movimenti allo scopo, credo molto importante, di ridurre i rischi del contagio”.

Secondo il leader di Italia Viva “questo utilizzo profondo e capillare della tecnologia può permettere nelle prossime ore, nei prossimi giorni, di ridurre i numeri non soltanto del contagio ma soprattutto di anticipare i tempi della cura, di verificare”.

E qui arriva il commento davvero imbarazzante: “Di fatto – continua Renzi – si tratta di cedere un po’ della propria privacy”. Sì, ha detto proprio così: “Un po’ della propria privacy”.

Ma del resto, dice Matteo: “In questo momento stiamo rinunciando a delle libertà costituzionali altrettanto importanti, siamo tutti chiusi in casa, cosa significa? Che stiamo rinunciando alle libertà costituzionali di movimento. Giusto, servono!”.

PROPOSTA 1: UTILIZIAMO LA TECNOLOGIA PER COMBATTERE IL CORONAVIRUS

Alcuni paesi come la Corea del Sud non soltanto curano e testano ma tracciano. Con il telefonino oggi tu puoi seguire non soltato le singole persone ma puoi utilizzare i loro movimenti allo scopo di ridurre i rischi del contagio. Questo uso capillare della tecnologia può permettere di ridurre il numero dei contagi e di anticipare i tempi della cura. Perché non copiarlo? Matteo Renzi

Posted by Italia Viva on Tuesday, March 17, 2020