Digita per cercare

Italia

Alessia, 17 anni, sarà uomo: tribunale di Genova dice che è giusto – Video

Condividi
Alessia

Il tribunale di Genova accoglie il ricorso dei genitori di Alessia, una giovane 17enne affetta da “disforia di genere”.

Per il benessere psicofisico della ragazza i giudici hanno acconsentito al cambio di sesso della minorenne: Alessia diventerà uomo.

Questo di Genova è il quarto caso in Italia di minorenni che ricorrono al tribunale per cambiare sesso.

I primi episodi hanno come protagonisti tre ragazzi che richiedevano la transizione dal genere maschile a quello femminile.

Quello di Alessia è il primo caso in cui è una ragazza a fare la richiesta, transizione che richiede interventi più invasivi dei casi precedenti.

Come prevede la legge la giovane si è dovuta sottoporre a una diagnosi psicologica, psichiatrica e endocrinologica che è durata 3 anni.

Gli specialisti hanno dichiarato che: “La giovane è affetta da disforia di genere, non secondaria a condizioni di disturbo psicopatologico”

Hanno poi aggiunto: “Non sono emersi aspetti psicopatologici significativi o tali da controindicare l’inizio del trattamento ormonale. Durante gli incontri ha dimostrato coerenza alla decisione, evidenziando consapevolezza sulle conseguenze legali, ma soprattutto affettive e relazionali”.

Gli interventi di Alessia dopo la sentenza del Tribunale di Genova

La sentenza autorizza, con il timbro dello Stato, una trasformazione netta, nel pieno della pubertà e dalla quale è impossibile tornare indietro.

Alessia all’età di 15 anni, con il benestare dei genitori, si era già sottoposta alla rimozione del seno presso l’Hospital General de Catalunya di Barcellona.

Adesso Alessia potrà procedere all’espianto degli organi genitali e verrà sottoposta ad una cura ormonale.

Al termine della cura dovrà presentarsi nuovamente al Tribunale di Genova per vedersi riconosciuto il cambio di sesso.

Questa sentenza farà da apripista ad altre richieste dato che potrà essere utilizzata successivamente da altre minorenni che presenteranno questa istanza.

Anche se in Italia, rispetto ad altri Paesi, il cambio di sesso continuerà a essere sottoposto a un rigido esame da parte dei tribunali e degli specialisti.