banner
HomeItaliaSi vaccina perché obbligato per lavorare, muore poche ore dopo la dose

Si vaccina perché obbligato per lavorare, muore poche ore dopo la dose

Un web designer della provincia di Lecce, Claudio Di Paolo, è morto per un arresto cardiaco a poche ore dalla vaccinazione. Aveva 54 anni, era sposato e aveva due figli.

Il decesso è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì scorso. Nel certificato di morte è stato scritto che è stato causato da un arresto cardiaco ma i familiari non credono a questa versione e hanno depositato una denuncia.

“Abbiamo presentato una denuncia-querela – ha detto l’avvocato – per capire se ci sia una correlazione tra la somministrazione del vaccino e il decesso di una persona che, sino a pochi giorni fa, non aveva mai avuto problemi di salute”.

Secondo quanto raccontato dagli avvocati che assistono la famiglia, Massimo Maria Aprile e Francesco Protopapa, la vittima non era un no vax ma nutriva forti dubbi sull’efficacia del vaccino.

“Con l’introduzione della norma del pass obbligatorio sul posto di lavoro per gli over 50 aveva deciso di aderire alla campagna vaccinale nonostante le sue incertezze”.

Sul copro di Claudio Di Paolo è stata disposta l’autopsia da parte dell’Asl, che verrà eseguita da un medico legale affiancato da un dottore nominato dalla famiglia. Foto Draghi: YouTube

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News