banner
HomeItaliaVaccinata ma senza tampone al PS non la visitano e perde il...

Vaccinata ma senza tampone al PS non la visitano e perde il figlio – Video

Perde il bambino alla quinta settimana: aveva chiesto aiuto al Pronto Soccorso ma è stata mandata a casa con tachipirina e vigile attesa. 

Durante la puntata di Quarta Repubblica, tra gli ospiti in collegamento c’era Alessia, una ragazza che ha raccontato la sua drammatica esperienza.

Alla quinta settimana di gravidanza si era recata al Pronto Soccorso di Ostetricia e ginecologia di Sassari perché aveva perdite ematiche e dolori addominali. Era l’otto gennaio.

“Su consiglio del medico di famiglia – ha detto – mi sono recata lì per un controllo. Quando sono arrivata mi ha accolto un cartellone che diceva di attendere fuori. Siccome all’esterno della struttura non c’era nessuno, ho bussato e l’ostetrica, che era lì, mi ha detto che dovevo aspettare il mio turno all’esterno”.

Perde il bambino a casa, aveva chiesto aiuto al Pronto Soccorso

Dopo 20 minuti i dolori erano sempre più forti e Alessia sentiva che si stavano anche aggravando le perdite. Quando ha ribussato all’ostetrica questa le ha detto che si era dimenticata. Poi le ha chiesto se aveva il Green pass.

La ragazza aveva prenotato la terza dose di vaccino e aveva già fatto la prima e la seconda. Non era certamente una novax. Dopo aver sentito i medici di turno l’ostetrica le ha chiesto se aveva un tampone molecolare.

Segui Oltre Tv su Telegram e Google News

Non potendolo fare sul posto le è stato detto di farlo lunedì, di tornare a casa, prendersi una tachipirina e stare a riposo. A quel punto Alessia ha chiamato le Forze dell’Ordine dicendo che era stata rifiutata dal Pronto Soccorso.

“Un poliziotto ci ha consigliato di andare in un Pronto Soccorso generico e non in quello specialistico” ha continuato a raccontare. “Le cose però erano già diventate troppo gravi. Sono tornata a casa, sono entrata in bagno e mi sono ritrovata con mio figlio in mano”. Foto: Mediaset Play