sfero banner
HomeMondoVaccino, famosa virologa spagnola: «Dettagli non sono stati resi pubblici»

Vaccino, famosa virologa spagnola: «Dettagli non sono stati resi pubblici»

Dalla Spagna la virologa Margarita del Val afferma che il nuovo vaccino anti Covid non la convince per nulla e spiega il perché.

Mentre in Italia si accende la polemica per le dichiarazioni del dottor Andrea Crisanti, relative al vaccino anti Covid in arrivo a gennaio, dall’estero arrivano opinioni simili.

In particolare in Spagna stanno suscitando sconforto e stupore le affermazioni della famosa virologa Margarita del Val, membro del Consiglio Superiore di Investigazione Scientifica.

Spesso ospite in diverse trasmissioni nei mesi scorsi, per parlare e aggiornare sulla situazione dell’emergenza epidemica, è ormai una voce autorevole sull’argomento.

Margarita del Val sul vaccino anti Covid: “Mi dispiace essere pessimista ma non mi convince per nulla”

Le illusioni e l’ottimismo degli ultimi giorni, dopo gli annunci dei laboratori Pfizer e Moderna sull’efficacia dei loro vaccini per porre fine all’emergenza, sono stati frenati questo martedì dopo le dichiarazioni della virologa del Val.

Lungi dall’alimentare questo ottimismo, dimostrato invece dal premier Sanchez e dal Ministro della Sanità Salvador Illa, la del Val afferma: “Non vedo ancora nessuna luce“.

In un’intervista al “Programma di Ana Rosa” afferma che, sebbene si sia fatto qualche progresso, il vaccino in uscita “è un prodotto che non risolve la vita di nessuna persona“.

E continua con enfasi: “La sua efficacia è solo per i casi lievi e moderati, protegge da questi e non dagli effetti gravi del virus. Quindi non è affatto un prodotto di cui abbiamo bisogno, è un piccolo passo”.

Come spiega in diretta, ciò che è stato dimostrato nei laboratori è che riduce i sintomi lievi come la tosse. “Non garantisce ciò che ci interessa veramente, cioè proteggere dai sintomi gravi e dalla morte“, ha ribadito.

Ecco perché, invece di essere entusiasta per il nuovo vaccino, si sente “infastidita” dal fatto che questi dettagli non siano stati resi pubblici.

Sono consapevole di cosa significano le mie parole, dopo i tanto attesi annunci sulla possibilità di avere finalmente un vaccino che aiuti a fermare la pandemia“, precisa.

Mette poi in evidenza la sua lunga esperienza nei vaccini per dimostrare che non si tratta di un’opinione infondata.

Mi dispiace essere così pessimista, mi occupo di vaccini da tutta la vita, e questo non mi convince affatto“, conclude.