Digita per cercare

Politica

De Luca attacca Renzi e nuovo governo “gente paracadutata nei ministeri”

Condividi
de luca

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, commenta in una video intervista la scissione di Matteo Renzi, poi esprime un giudizio sul nuovo esecutivo: “Un governo ricco di miracolati”.

Vincenzo De Luca ci ha abituati a interviste senza peli sulla lingua, dando spesso l’impressione di non preoccuparsi affatto della direzione nazionale del suo partito, tanto meno di criticare alleati e avversari politici.

Il governatore della Campania ha pubblicato sulla pagina Facebook uno spezzone di un’intervista in cui commenta la scissione di Matteo Renzi: “una scelta completamente sbagliata”.

“Per quel che mi riguarda è una scelta che non ha né capo né coda e che produrrà ulteriore elemento di confusione nel panorama politico italiano. Credo onestamente sia una scelta che derivi più da una esigenza di protagonismo di Renzi rispetto a esigenze politiche”.

De Luca sulla scissione di Renzi: “Da censurare”

Per De Luca il fatto che Renzi si sentisse “incatenato”, non può giustificare la nascita di una nuova formazione politica. Una scelta che il governatore considera “sbagliata, dannosa e inaccettabile dal punto di vista dello stile”.

“Credo che sia da censurare – continua il Governatore – il fatto che si partecipi a una trattativa come Partito Democratico, si strappino due ministri, due sotto segretari e poi, dopo 24ore, si saluti il PD. Non si fa, non mi piace, non mi pare accettabile”.

De Luca ribadisce che questa scissione produrrà solo altra confusione e che questo “non può non ricordare ai dirigenti del Partito Democratico che vi è una necessità ineludibile di rinnovamento nel partito”.

A proposito del nuovo governo e rispetto alla sua composizione, parla di persone di valore e “anime morte miracolate”. Racconta del suo incontro a Cernobbio con Romano Prodi, il quale gli domandò un parere sul nuovo governo.

“È un governo mistico”, rispose De Luca e quando l’ex premier chiese in che senso, il governatore disse: “Nel senso che è ricco di miracolati. L’idea che ci siano persone che dalla sera alla mattina vengono paracadutate nei ministeri a fare i ministri è una cosa che non può reggere in un Paese normale”.

Renzi sbaglia ma nel Pd si apra una stagione di rinnovamento

Ho la sensazione che la nascita di Italia Viva derivi più da un'esigenza di protagonismo di Renzi che da un bisogno politico vero e proprio. Si tratta, secondo me, di una decisione sbagliata che produrrà un ulteriore momento di confusione nel panorama politico italiano. Questa novità, però, non deve far dimenticare che oggi nel Pd c'è una necessità ineludibile di rinnovamento del partito. La balcanizzazione correntizia è un problema drammatico che va affrontato di petto.

Posted by Vincenzo De Luca on Friday, September 20, 2019